Cicloturismo

Tra il Sesia e i vigneti dei colli Novaresi

Castellazzo Novarese (41,00 km)
Caricamento...
Descrizione del percorso

Tra il Sesia e i vigneti dei colli novaresi, visitando ricetti e castelli medioevali a Carpignano Sesia, Ghemme, Proh e Castellazzo

Partenza da Castellazzo Novarese (piazza con parcheggio). Imboccare sulla destra la SP 154, appena fuori paese, per raggiungere Sillavengo. In paese prendere la strada per le Cascine Giannotti. Girare a destra sulla SP16 fino a Carpignano Sesia. Nel paese prendere a sinistra in direzione Ghislarengo dopo 1,5 km (500m prima del ponte). Prendere la sterrata a destra e percorrerla fino ad incontrare la SP106 (asfaltata). Seguire a sinistra la SP106 fino a Ghemme.
Attraversare Ghemme ed uscire sulla tangenzale; piegare a sinistra ed immettersi a destra sulla SP22. Salire lungo la strada fino alle Cascine Strona (salita con pendenza del 7%). Qui girare a destra sulla sterrata che passando dalla Fornace arriva alla Cascina Bergamina. Da qui sempre percorrendo la sterrata che segue il torrente Strona, si arriva ad incrociare la SP20 che sale da Fara.
Girare a sinistra e percorrere la SP20 per circa 2km.
A destra ci si deve immettere sulla sterrata che, sempre attraversando vigneti, rimane per 3 km in piano e poi scende rapidamente (discesa con pendenza del 10%) nel paesino di Proh; qui girando a destra e superando il passaggio a livello ferroviario, si incrocia la SR299. Percorrendola verso sinistra per 900m girare a destra sulla SP14 fino a Castellazzo

 

Punti di interesse

Ghemme - Parrocchiale di Santa Maria Assunta: la costruzione iniziò a metà del XVII secolo e fu completata a metà del Settecento. L'interno conserva pregevolissimi capolavori. Annesso alla chiesa è lo Scurolo della Beata Panacea (1864-1875), il cui progetto fu affidato da Alessandro Antonelli, nativo di Ghemme.

Ghemme - Castello-Ricetto: a pianta rettangolare fu costruito per difendere le popolazioni locali da scorribande e incursioni. La sua costruzione terminò alla fine del XV secolo. Oggi il complesso conserva le antiche mura di cinta alte 4 metri e larghe 2 nella parte più massiccia. Diversi gli edifici che presentano finestre a sesto acuto, decorate con formelle in terracotta

Riserva Naturale Orientata delle Baragge: istituita nel 1992 per proteggere quest'area dalla natura così particolare, vi si possono ammirare la Molina Cerulea, le graminacee, la ginestra e le piante acquatiche. Si trovano inoltre bel 167 specie di uccelli, tra cui la cicogna bianca e quella nera, il picchio rosso minore e la capirossa. Spesso vengono avvistate volpi, lepri e caprioli

Sizzano - Cappella della Madonnina della Pace: il più recente edificio sacro costruito alla Bergamina, sorge sul luogo dove trovarono rifugio molti partigiani durante l'ultima guerra mondiale

Briona-Proh - Rocchetta e Chiesa di Santa Maria: in mezzo al verde della campagna novarese si erge la piccola fortificazione cinquecentesca. Non lontano vi è la cella romanica di Santa Maria che contiene una rilevante serie di affreschi del secolo XV

Partenza, arrivo e comuni attraversati
Partenza e arrivo
28060 Castellazzo Novarese (NO)
Novara
Visualizza su mappa
Comuni attraversati
Briona, Carpignano Sesia, Castellazzo Novarese, Ghemme, Novara, Sillavengo
Note
Percorso di 41 km circa di cui 16 circa strada sterrata; percorso misto con saliscendi e due tratti in discreta pendenza, si snoda su strade secondarie o a basso traffico automobilistico con solo brevi inevitabili passaggi su strade trafficate

Ospitalità e servizi

Caricamento...